Con la Legge di Stabilità 2015 è stato prorogato il termine ultimo per usufruire della detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie fino al 31 dicembre 2016. L’ecobonus comprende anche l’installazione di impianti fotovoltaici: si tratta, infatti, di lavori finalizzati al risparmio energetico con impiego di fonti rinnovabili. E bisogna ricordare anche che, la detrazione è compatibile con la convenzione dello Scambio sul Posto, che si stipula con il GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

Secondo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate, nella famosa risoluzione 22/E, l’installazione di un impianto fotovoltaico consente di ottenere un taglio dei consumi da fonti di energia fossili, ed è questa sua caratterisitica a permettere di poter usufruire della stessa detrazione. Per saperne di più puoi consultare le relativa guida.

Come funziona

Immagina di voler acquistare un impianto fotovoltaico per una spesa totale di 7.500 euro, per i consumi attuali e futuri della casa: il pagamento delle fatture dovrà essere effettuato tramite un bonifico e con una specifica causale, procedura obbligatoria per usufruire della detrazione. Dall’anno successivo all’installazione dell’impianto, al momento della dichiarazione dei redditi potrai godere dello sgravio fiscale di 3.750 euro, rateizzato in 10 anni e in parti uguali: lo sconto Irpef annuale sarà di 375 euro.

Tutti gli impianti fotovoltaici residenziali, per usufruire della detrazione, non possono superare la potenza di 20Kw: tuttavia molto difficilmente per un abitazione si supera quella taglia. Per un’abitazione solitamente si installano impianti con potenze che vanno dai 3Kw, per le piccole case con bassi consumi, fino a 9/10Kw per le grandi ville, che hanno consumi molto elevati.

Se, invece, l’installazione di un impianto fotovoltaico è sul tetto di un’azienda, bisognerà tener conto che si produce energia gratuita e pulita, ma che i soggetti giuridici non possono usufruire della detrazione fiscale. Possono, però, ammortizzare l’impianto fotovoltaico come bene strumentale, essendo esso deducibile al 100%. 

Come ottenere la detrazione

Per ottenere la detrazione fiscale, basterà fornire al vostro commercialista di fiducia le fatture dei lavori eseguiti e la copia delle ricevute dei bonifici. Nel caso vi sentite dire che, per l’installazione di un impianto fotovoltaico,non potete usufruire della detrazione, non fidatevi! E fate leggere al vostro commercialista la guida dettagliata alle ristrutturazioni edilizie. E’ successo più di una volta di dover ricordare ai commercialisti di aggiornarsi ogni tanto.